Vedovato su tariffe acqua e rifiuti Ora i fatti ci danno ragione

fotoLa Stampa ha recentemente pubblicato uno studio sulle spese energetiche delle famiglie residenti nelle varie provincie piemontesi. Le famiglie novaresi sono quelle che spendono meno grazie al minor costo della bolletta dell’acqua e dello servizio di smaltimento dei rifiuti.  Una bella soddisfazione per Sergio Vedovato: ” Ora fatti ci danno ragione le scelte fatte all’epoca dalla mia Giunta Provinciale sono state lungimiranti. I dati dimostrano che tutte le polemiche agitate strumentalmente dal centrodestra  quando con grande fatica abbiamo creato dal nulla il Servizio Idrico Integrato erano infondate. D’altra parte anche le scelte fatte, assieme ai Comuni, per governare la filiera dello smaltimento rifiuti sono state corrette.”

NOVARA

21/09/2013 – STATISTICA. I DATI DI UNA RICERCA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI TORINO

Novara ha le bollette più “leggere”

del Piemonte

 

 

Sulle tasse locali dei cittadini di Verbania invece pesa il costo del servizio rifiuti

MARCELLO GIORDANI

NOVARA

E’ Novara il capoluogo di provincia meno caro del Piemonte per quanto riguarda la bolletta energetica. E questo nonostante l’aumento che nel corso degli ultimi anni ha fatto subire un’impennata al costo di acqua, gas, luce e rifiuti.

 

Il dato emerge da una ricerca promossa dalla Camera di Commercio di Torino e curata dalla Fondazione per l’ambiente «Turin School of Local Regulation»: ha osservato le bollette di 25 città piemontesi, le più popolose, e i capoluoghi di provincia.

Quattro le voci analizzate, che rappresentano tra il 6 ed il 10 per cento della spesa complessiva delle famiglie del Piemonte. In media, l’anno scorso, un single ha speso per la bolletta energetica mille e 294 euro. Una famiglia con tre componenti ha sborsato mediamente 2621 euro e un nucleo di cinque individui ha pagato 3935 euro. Va ricordato che le fatture di gas e energia elettrica sono ormai uguali: le differenze, anche sostanziose, sono determinate dal costo del servizio idrico integrato, cioè dal prezzo dell’acqua, e da quello per lo smaltimento dei rifiuti.

 

Novara esce benissimo dal confronto, perché ha la bolletta complessiva più bassa, con una spesa di 2540 euro per famiglia. A determinare la «maglia bianca» per i novaresi è la spesa per la tassa rifiuti, di gran lunga la più bassa tra i capoluoghi provinciali.

 

I novaresi spendono per l’acqua mediamente 158,70 euro per famiglia (nonostante in sette anni la bolletta idrica sia aumentata dell’87%) mentre per esempio i biellesi allo stesso servizio devono pagare 260,29 euro.

A Novara si pagano meno anche i servizi di raccolta e smaltimento rifiuti: il costo medio annuo per una famiglia di tre componenti è di 183,54 euro, la metà di quanto si spende ad Alessandria (364,20 euro). Più salata la bolletta per Verbania. Ammonta a 2.627,17 euro: qui pesa soprattutto il costo del servizio rifiuti con 263.84 euro. Il dato novarese è ancora più sorprendente se si pensa che anche la tassa rifiuti ha registrato negli ultimi due anni l’incremento più alto del Piemonte, il 16%.

 

Annunci PPN