Manica: interrogazione sul ripristino delle fermate soppresse sulla Novara-Biella.

INTERROGAZIONE
OGGETTO: Ripristino immediato delle fermate soppresse sulla linea ferroviaria Novara-Biella.

Premesso che
– con il cambio di orari di Trenitalia, in vigore dal 9 dicembre scorso, sono state soppresse diverse fermate, in particolare nelle stazioni dei Comuni di San Pietro Mosezzo, Sillavengo e Ghislarengo, al fine di velocizzare il collegamento ferroviario tra Biella e Novara. E’ stato, inoltre, interamente eliminato il servizio nelle stazioni di Vigliano Biellese-Candelo;
– nei succitati Comuni i pendolari si sono ritrovati, loro malgrado, con uno-due treni di andata e soltanto due per il ritorno, ma compresi esclusivamente nella fascia oraria tra le 13.00 e le 14.30 e, quindi, inutilizzabili per il rientro pomeridiano dal lavoro o dal luogo di studio;
Considerato che
– la soppressione di tali fermate sta costringendo gli utenti, soprattutto lavoratori pendolari e studenti, a recarsi a Novara con mezzi propri, ove ne dispongano, con ben comprensibili disagi;
Appreso che
– il risparmio sui tempi di percorrenza, derivante dal nuovo orario, sarebbe davvero di modesta entità, da 1 a 10 minuti (in media 5,5 minuti), rispetto ai problemi causati;
– non sarebbe stato predisposto alcun servizio sostitutivo a beneficio dell’utenza penalizzata;
Ritenuto che
– sia del tutto inaccettabile eliminare un servizio pubblico, arrecando seri disagi e aggravi economici ai viaggiatori, al solo fine di rendere più veloce di pochi minuti una tratta ferroviaria;
– l’Ente Regione debba operare per salvaguardare il diritto alla mobilità di tutti i cittadini piemontesi;
INTERROGA
il Presidente della Giunta regionale e l’Assessore competente in materia
– per sapere se siano a conoscenza della grave situazione sopra descritta e se non reputino opportuno ed urgente attivarsi al fine di pervenire, in tempi rapidi, al ripristino di tutte le fermate soppresse, con il cambio degli orari in vigore dal 9 dicembre 2012.
– per sapere, infine, se non ritengano imprescindibile, per le future definizioni dell’orario ferroviario, il coinvolgimento di tutte le parti interessate, in primis dei Sindaci dei Comuni coinvolti.

Giuliana Manica
Gruppo Partito Democratico
Consiglio regionale del Piemonte