Biondelli sul discorso del Ministro Gelmini

Ieri in aula il ministro Gelmini ha fatto, con garbo, una relazione ricca di inesattezze.
Di fatto, l’Italia è il fanalino di coda anche nell’istruzione.
Ho ascoltato con attenzione il suo discorso e mi chiedo come si possa non vedere che la scuola è ripartita anche quest’anno tra caos e proteste: il rispetto dei precari, degli studenti, della disabilità in particolare, è messo in un angolo.
La riduzione del tempo scuola, inoltre, comporta l’impoverimento dell’offerta formativa e la contrazione di posti di lavoro, aggravando la questione del precariato.
Caro Ministro, mi hai deluso veramente quando ha affermato che tutto questo disastro arriva sempre dal Governo passato: come se Prodi avesse avuto modo di disfare in soli venti mesi, quanto fatto negli anni precedenti dai governi Berlusconi…

Leggi tutto

Biondelli: la riforma della scuola ed i suoi effetti sul novarese

Soltanto ieri, dalle pagine del mio Blog, avevo rinnovato le mie critiche alla riforma della scuola promossa dal ministro Gelmini: una riforma che giudicavo pessima e in grado di compromettere l’efficienza della scuola piemontese.
Oggi ho ricevuto alcuni dati che non possono che confermare queste mie preoccupazioni:
Le scuole superiori di tutto il Nord, e in particolare quelle del Novarese, hanno visto i loro organici ridursi fortemente: i precari, se così possiamo chiamarli dopo anni di lavoro, hanno visto sfumare l’opportunità di un posto, gettando loro e le loro famiglie in una situazione di ulteriore incertezza per il futuro.
Quanto a Novara, patria della Lega e del “buon governo” si sono perse 11 cattedre di materie curriculari e oltre 18 di sostegno. Questi trenta insegnanti in meno si tradurranno in indubbie difficoltà di gestione delle classi oggi esistenti, specialmente quelle in cui sono presenti studenti diversamente abili.
La revisione degli orari e dei curricula porterà gli studenti di sperimentazione “Brocca” a un orario di sole 27 ore, al posto delle 35 attuali.

Leggi tutto

Libertà di espressione del personale della scuola

Stupore, incredulità, inquietudine:  questi sono i sentimenti provati alla lettura della circolare  datata 27 aprile, all’indirizzo dei dirigenti degli Uffici scolastici provinciali (gli ex provveditori) dell’Emilia Romagna ad opera del Direttore dell’Ufficio scolastico regionale.Con tale nota, si chiede al personale della scuola di astenersi a mezzo stampa di esprimere posizioni critiche nei confronti del Governo. …

Leggi tutto
Page 3 of 3123