CARO PD NOVARESE

Caro PD Novarese,

occupiamo questo spazio virtuale, ma pur sempre di spazio si tratta, per affidare ai Tuoi Dirigenti alle Democratiche ed ai Democratici ma anche a chi si avvicina a Te con curiosità ed attenzione, alcune semplici riflessioni che, per lunga militanza politica e per passione ci sentiamo in dovere di comunicare.

Siamo preoccupati.

Siamo preoccupati di quel generale clima di imbarbarimento che percepiamo attorno a questo congresso e che leggiamo sempre più spesso nelle parole di candidati che pensano di poter costruire distruggendo tutto quanto è attorno a loro e, consentici di dirlo, anche a noi che in te e nelle tue forme di confronto e partecipazione abbiamo creduto e crediamo.

Pensiamo che un congresso sia una straordinaria occasione di confronto e non un terreno per dimostrare la propria capacità di schierare truppe, più o meno cammellate, e di sferrare attacchi che mirano diretti al basso ventre dell’avversario.

Siamo sicuri che l’agone politico possa e debba tornare ad essere il luogo della contesa sulle idee, sui contenuti, sulle proposte politiche e non trasformarsi in un triste mercato le cui voci altro non sono che indistinti insulti.

Dopo il congresso, diceva la saggezza che si pare persa in questo momento, tutti noi saremo chiamati a lavorare per costruire un futuro a questo Paese.

Un futuro che potremmo ri-costrire solo se sapremo celebrare questa grande occasione di democratico risveglio nel rispetto non di riti vuoti ma di regole certe e condivise.

Regole che non possono che essere loro volta assoggettate ad un sommo principio che speriamo, anzi siamo certi, sia condiviso da tutti: la lealtà.

Lealtà nel gestire il delicatissimo (e sciagurato) sistema del tesseramento possibile sino all’ultimo secondo, lealtà nel far ricorso alle capacità di convincimento che non possono e non debbono mai trascendere nella profferta di occasioni o nella minaccia di perdita delle stesse, lealtà nell’utilizzare le armi della dialettica, lealtà nei confronti degli altri candidati.

Che sono competitori e non avversari.

Caro PD ci fidiamo di te !

Milù Allegra

Roberta Angelè

Claudio Bossi

Ilaria Cornalba

Gaziella Danio

Mattia Gabriele

Riki Giuliani

Eugenio Imperatori

Laura Noro

Nicola Pomella

Betty  Rampi

Sergio Vedovato