Le ragioni del ‘Si’ con i Sottosegretari Nannicini e Biondelli

Le ragioni del ‘Si’ con i Sottosegretari Nannicini e Biondelli

Importante incontro a Novara con il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Tommaso Nannicini e con il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali On. Franca Biondelli. Si ringrazia per la partecipazione anche il Presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi, l’Assessore Regionale Augusto Ferrari, il Segretario Provinciale del PD Mauro Gavinelli e il responsabile dei Comitati Sergio De Stasio. Un’importante serata per comprendere quelli che sono i benefici che ricadranno su tutto il territorio nazionale e sul sistema Italia qualora la riforma venisse approvata dalla consultazione popolare del prossimo 4 dicembre.
Risparmio di soldi pubblici provenienti: dalla riduzione del numero dei politici; dall’eliminazione dei rimborsi per i gruppi politici in Senato; riduzione degli stipendi di consiglieri e assessori regionali: ridimensionamento di tutta la macchina organizzativa del Senato; eliminazione del Cnel; definitiva eliminazione delle Province.
Più democrazia diretta verranno garantit tempi certi di discussione di proposte di legge di iniziativa popolare. Lo stesso vale per la proposta di referendum da parte dei cittadini con l’eliminazione del quorum necessario su un determinato numero di firme raccolte a sostegno del quesito.
Snellimento del sistema legislativo, con l’eliminazione delle competenze del Senato si avranno leggi in tempi più rapidi senza il logorante ping pong derivante dal bicameralismo perfetto storicamente oggetto di discussione.
Maggiore stabilità di Governo derivante dal fatto che sarà solo una Camera a darla al Governo, garantendo così una maggiore governabilità del Paese e l’eliminazione dei giochini politici diretti a destabilizzare il sistema.
Definizione delle competenza Stato Regione con l’eliminazione dei conflitti che bloccano le azioni governative e stoppano l’attività sul territorio.
Con il No, non avremo nessuna riforma e NON CAMBIERA’ NULLA
Per avere tutto questo, invece #bastaunsì